Fondazione Musicale | Balalaika
11098
page-template-default,page,page-id-11098,edgt-core-1.0.1,ajax_leftright,page_not_loaded,,hudson-ver-1.9,vertical_menu_enabled, vertical_menu_left, vertical_menu_width_290,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2,vc_responsive

BALALAIKA

La Balalaika appartiene alla famiglia denominata genericamente dei liuti.

Ebbe origine ed enorme diffusione in Russia, utilizzata in tutti ceti sociali sia come strumento solistico e per accompagnare il canto, che in complessi strumentali.

Il nobile V. Andrejev alla fine dell’Ottocento istituì una vera e propria orchestra di Balalaike che si esibì con successo in tutta Europa eseguendo sia musica popolare russa che trascrizioni di composizioni sinfoniche.

Dotata di sole tre corde (più raramente sei) che vengono pizzicate con le dita senza plettro, conserva fin dalle origini la caratteristica forma triangolare con il fondo costituito da doghe (da cinque a sette) ed è a volte finemente decorata sulla tavola armonica.

In qualunque dimensione sia costruita, viene accordata sempre nella stessa particolare maniera: due corde all’unisono e la corda più acuta una quarta sopra.